Skip to content

La crisi? La crisi forse in Italia la vogliamo noi.

ottobre 30, 2014

Sono certa che susciterò tante rispostacce con questo post, ma sono disposta a prenderle, perché credo fermamente nel cibo sano prodotto con prodotti di qualità e oggi questo argomento e’ assolutamente in stretta correlazione con la nostra salute, cosa alla quale tengo particolarmente.
 
 Questa si che è una pizza: farina integrale bio, pasta madre, olio extra vergine bio toscano, mozzarella senza caglio animale, verdure e basilico dell’orto.
 Costa solo qualche centesimo in più, però per farla occorre un ingrediente fondamentale : Amore.
 


Ieri sera mi sono presa 1 oretta a mezzanotte e ho guardato il video di report di qualche settimana fa riguardo alle pizze.
 
 Che vi consiglio seriamente di guardare.
 http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-f9952f0e-1a7e-4362-b3d3-5033eb1d24ed.html
 
 Che devo dire sono rimasta sconcertata. Io che il 99% di queste cose le predico da qualche anno….immagino come potreste prenderla voi.
 Il mio sincero smarrimento questa volta non è stato come potrete ben immaginare davanti al dramma che si cela dietro al cibo che quotidianamente ingurgitiamo, quanto davanti al sistema italia che proprio non vuole funzionare.
 La crisi, la crisi…tutti a sparare contro ai politici, ci mancherebbe per carità loro ci hanno messo tanto, però ora qualche dubbio mi sorge spontaneo.
 Siamo sicuri che in Italia paese della pizza non saremmo stati capaci con questi ingredienti dop di eccellenza come il pomodoro San Marzano, l’olio extra vergine d’oliva e la mozzarella di creare business su business?
 Abbiamo preferito abbandonare i campi e quindi non creare indotto, posti di lavoro, per importare pomodoro dalla Cina e dagli Stati Uniti, mozzarella dalla Germania, esportiamo il 65%’della produzione di San Marzano e utilizziamo olio scadente di girasole conservato in bottiglie trasparenti al posto dell’olio extra vergine.
 Pizza Cameo surgelata che in copertina fa vedere i nostri prodotti tipici e poi leggi viene prodotta all’estero.
 Roba da brividi….leggete sempre le etichette ve lo ripeterò allo sfinimento.
 La differenza tra una pizza scadente con farine di prive di nutrimenti e tutti questi ingredienti appena citati potrebbe essere di 50 centesimi.
 Mentre il business che potrebbe generare l’utilizzo esclusivo in un disciplinare per chi vuole produrre e somministrare pizza potrebbe essere di miliardi di euro.
 Migliaia di posti di lavoro, economia in forte sviluppo, pil che cresce e nessuna crisi se, in ogni campo di eccellenza, in Italia avessimo dei disciplinari che funzionano con l’obbligo di utilizzo di materie prime italiane.
 Certo il problema di fondo sono le normative, le tasse, e via via… si lo so, ma se le cose funzionassero, le tasse sarebbero ridotte e il costo del lavoro pure, direi che è un cane che si morde la coda, però ci deve essere una via d’uscita…altrimenti non so come potrebbe andare a finire.
 Sono molto amareggiata, viviamo nel paese più bello del mondo, ma piano piano si sta spegnendo.
 E tutto ciò e’ veramente triste.
 Poi da qui mi sposto al solito argomento legato ai danni fisici che questi cibi posso avere su di noi facendoci ammalare, e quindi facendo funzionare l’altro grande business….i farmaci.
 Tutto per alzare il pil!
 Meditate gente….meditate…
 Mah……
 
 
 Stefania

Annunci
4 commenti leave one →
  1. tiziana permalink
    ottobre 30, 2014 8:43 am

    Assolutamente d’accordo con quello che hai detto……è un peccato ….perché volete è potere!

  2. Roberto Ferrari permalink
    ottobre 30, 2014 4:29 pm

    Sono dello stesso parere Mail ns.e’ un paese di sordi! Vogliamo andare a ramingo? Questa e’ la strada giusta! Però’ tu insisti e vedrai che qualcosa cambiera’(almeno spero) anch’io sono cambiato ed ora sonoiu che convinto! Forza, io sono con te!

    • ottobre 30, 2014 9:43 pm

      Ciao Roberto! E si che tristezza….tutte le cose buone si perderanno…la crisi aumenterà e noi? Mah…meno male che abbiamo il nostro piccolo orticello che ci da frutti deliziosi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

bye-bye salsiccia

fabiana toni healthy cooking against cancer breastcancer fighter tegen kanker gezond eten borstkanker en koken cucina anticancro e preventiva cibo sano cancro al seno dieta diana berrino

Una Favola in Tavola " Il Mondo di Ortolandia"

Le Avventure di un CAPITANO e della sua meravigliosa CIURMA, tra favole e ricette, raccolte in questo Diario di bordo

Nutrizionista Valdarno Dieta Nutrizione

Blog della Dott.ssa Beatrice Molinari - Biologa Nutrizionista - Specialista in Scienza dell'Alimentazione - Nutritional Sport Expert

meglioverde

di tutta un'erba un blog

makeupbychiara

Makeup, beauty and more!

nereo trabacchi

Pensiero libero, senza censure...

Vacations Abroad Blog

Vacation Rentals and Boutique Hotels

mimangiolallergia

la teoria è una cosa, la pratica può essere talvolta un'altra

aboutgarden

event, garden, craft and pleasure

PAROLE DI ZUCCHERO

ricette dolci dagli USA

コトコト通信

Il blog di Kotokotopasta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: